Il progetto di Evolvente_ frame 1

Leave a comment
Projects

I l progetto di Evolvente è denominato MASSERIA SOCIALE IN ALTA MURGIA ma esso è più ampio ed articolato.

Iniziamo con l’obiettivo fondante del progetto: sviluppare sul territorio un sistema innovativo di inclusione sociale e di sviluppo locale, coordinato alle politiche ed agli obiettivi del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, impiegando il sito della masseria posto alle pendici della collina Sgolgore nel territorio di Altamura BA e ricadente nella perimetrazione del Parco; di qui, in fondo, la denominazione stessa del progetto.

Sin dalla ideazione, il sito, luogo ameno e panoramico, è stato la risorsa strategica su cui si è maturato e sviluppato il progetto: la collocazione baricentrica fra i comuni di Santeramo in Colle – Altamura – Cassano delle Murge – Matera, l’appartenenza al Parco, la peculiarità del luogo contornato da masserie, muri a secco, campi di graminacee e foraggere, mandorleti, oliveti e murge; un tratto caratteristico dell’Alta Murgia antropizzata della Terra di Bari.

Il sito consiste in una masseria costruita negli anni 50 con tufi locali, con volte a botte realizzate da sapienti mastri di quei tempi, di poco più di 400 mq; attorno un oliveto con 310 piante, campi seminativi, zolle residue di murgia; il sito è adiacente alla strada comunale “Cappella della Trinità”.

Ma veniamo alla articolazione del progetto e come esso è funzionale a conseguire l’obiettivo fondante:
– la masseria viene ristrutturata e rifunzionalizzata a struttura residenziale di “comunità alloggio” per accogliere 8 persone disabili non gravi, in conformità al Regolamento Regionale 4/2007 in materia socio-assistenziale; a questa, si affiancano altre attività sociali e socio-educative:
– le attività di masseria sociale, tese al coinvolgimento attivo degli ospiti della “comunità alloggio” e ad implementare nel sito pratiche di agricoltura sostenibile e di valorizzazione della biodiversità vegetale, reintroducendo specie e sementi antiche ed autoctone, veicolando i prodotti della masseria su filiera locale e solidale;
– lo svolgimento di servizi per il turismo sostenibile, co-pianificati con il Parco, in accordo alla CETS Carta Europea per il Turismo Sostenibile: accoglienza di ecoturisti, svolgimento di percorsi ed escursioni per i territori e le masserie del Parco, alla scoperta dei luoghi e dei loro valori naturalistici ed antropici, con modalità lenta a dorso d’asino, a piedi; in questi servizi vengono coinvolti gli ospiti della comunità alloggio e vengono coinvolti in rete gli operatori economici della ruralità presenti nel Parco;
– altre attività socio-educative, come quelle assistite con animali, eventi e feste della ruralità in masseria e nei campi.

Questa, in sintesi, è l’articolazione del progetto di cui vi racconteremo di più, prossimamente.

by Vitangelo Caponio

Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s